Open Menu Close Menu Sicily Horse Tours

Cefalù-Etna, 6 giorni

Info/disponibilità

Richiedere info e disponibilità.

Ho letto l’informativa sulla privacy, e dò il consenso al trattamento dei miei dati per lo svolgimento delle operazioni indicate nell'informativa.

Cefalù-Etna, 6 giorni

Cefalu'-Etna, 6 giorni

Trekking che ci permette di attraversare tutta la Sicilia Nord-orientale (il cosiddetto Val Demone) attraverso i quattro parchi delle Madonie, Nebrodi, Alcantara ed Etna. 

 

Nell'organizzazione dei nostri trekking sono previsti:

  • I transfer da/per la stazione ferroviaria (transfer da/per aeroporto facoltativi) 
  • Tutti i pasti con bevande (dalla cena il giorno dell'arrivo alla colazione il giorno della partenza)
  • Tutti i pernottamenti in strutture ricettive di qualita' (vedi partner)
  • Il noleggio del cavallo con sella inglese o western a scelta
  • Le guide, esperti cavalieri e conoscitori del territorio attraversato durante tutta la durata del percorso

I nostri cavalli rimangono sempre assieme a noi per tutta la durata del trekking e vengono accuditi presso le stesse strutture ricettive per cui i nostri ospiti non hanno mai bisogno di usare altri mezzi di trasporto per tutta la durata del percorso, nemmeno per piccole distanze.

Tutti i pasti sono a base di prodotti locali, sotto forma di picnic il pranzo, e la cena in agriturismo comprende un minimo di quattro portate.

 

 DATE 2020: 02-09 Maggio, 06-13 Giugno, 05-12 Settembre, 03-10 Ottobre.

Prezzi: €1600  in stanza doppia; + €150 per supplemento stanza singola. 

I° Tappa (Luogo Marchese - Casalvecchio); ore di cavallo: 7

Assegnazione dei cavalli e delle selle. Alle 9 circa partenza da Tenuta Luogo Marchese, circonvallazione dalle campagne intorno a Castelbuono ridente cittadina medioevale ricca di storia e di tradizioni.

Ascesa attraverso il bosco di sughere più esteso di Sicilia fino a Geraci, cittadina di montagna (a circa mille metri di altezza) famosa per il suo castello e la sua acqua minerale.

Dopo una breve sosta ristoratrice si riparte boschi ed antichi sentieri mezzi abbandonati, fino ad arrivare nel pomeriggio presso l'Agriturismo Casalvecchio Geraci, splendida masseria recentemente ristrutturata sulla sponda del torrente Raino', affluente del fiume Pollina, immersa nella tipica campagna siciliana coltivata a grano e foraggio.

Qui potrete gustare una lauta cena a base di prodotti tipici locali, direttamente raccolti nell'azienda.

II° Tappa (Casalvecchio - La Sugherita); ore di cavallo: 5

Dal nostro agriturismo percorriamo un'antica trazzera (via di transumanza risalente almeno all'epoca borbonica) altamente panoramica attraversando i campi di grano e foraggio fino ad una quota di circa mille metri per poi passare proprio sotto le gigantesche pale di una centrale eolica e di arrivare a passo Malpassetto ai confini delle province di Palermo, Enna e Messina.

Entriamo poi nei boschi della riserva Sambughetti-Campanito dove si effettua il pic-nic per giungere da lì in territorio di Nicosia e poi di Cerami, prima di imboccare un vecchio e scosceso sentiero immerso in una foresta di sugheri che ci porta nei pressi dell'agriturismo "La Sugherita" dove soggiorniamo per la nostra terza notte e da dove si può effettuare una breve passeggiata verso una preistorica abitazione troglodita.

III° Tappa (La Sugherita - Rifugio del Parco); ore di cavallo: 8

In questa tappa si entra nel cuore del parco dei Nebrodi, percorrendo la famosa "Dorsale" una lunga strada sterrata tra boschi e pascoli di alta montagna.

Un luogo ricco di fascino e di panorami straordinari che guardano a nord sul mar tirreno con vista splendida sulle isole Eolie e a sud con la vista sull'entroterra siculo delle province di Enna, Caltanissetta, Agrigento, Siracusa, Catania e l'Etna che giganteggia su tutto.

Si entra attraverso i boschi faggi nel territorio di San Fratello, famoso per i suoi cavalli Sanfratellani, razza autoctona molto forte e resistente, e dalla testa molto grande, i cui esemplari si possono vedere pascolare allo stato brado. Il pranzo si svolgerà al sacco in una piccola radura all'ombra di alberi secolari, presso una sorgente di acqua (Nocita).

L'arrivo è previsto nel pomeriggio presso l' hotel "Rifugio del Parco" dove è prevista un'ottima cena a base di prodotti tipici dei Nebrodi.

IV° Tappa (Villa Miraglia - Monte Colla); ore a cavallo: 8

Questa e' probabilmente la tappa più bella, si snoda per più di 40 chilometri sulla "dorsale dei Nebrodi", tra monti, boschi e laghi, in un paesaggio di sorprendente bellezza. Subito si incontra il lago Maulazzo, sovrastato dal monte Soro, la cima più alta dei Nebrodi (1847 metri) ricoperto da superbe faggete, poi il famoso lago Biviere di Cesarò, luogo di sosta di fauna migratoria.

Si prosegue lungo la "Dorsale" dove si alternano boschi lussureggianti che lasciano il posto a panoramiche radure, da cui a nord si vedono le isole Eolie ed a sud l'imponente cima dell'Etna e si arriva la sera stanchi ma soddisfatti a Monte Colla, l'hotel piu' isolato dell'isola, antica dimora aristocratica a circa 1400 metri sul livello del mare, dove ci aspetta una ricchissima cena a base di prodotti locali.

V° Tappa (Monte Colla - Al Vecchio Torchio del Casale); ore a cavallo: 6

Partenza in mattinata da Monte Colla. Si lasciano definitivamente i Nebrodi e si comincia la discesa fino alle porte della famosa città storica di Randazzo, dove si effettua la pausa pic-nic.

Si attraversa successivamente il centro storico e si prosegue lungo la valle del fiume Alcantara che si attraversa e si giunge in territorio di Castiglione di Sicilia (provincia di Catania) dove si trova il nostro agriturismo "Al Vecchio Torchio del Casale", proprio sotto le pendici dell'Etna.

    

VI° Tappa (Al Vecchio Torchio del Casale - Etna Nord); ore di cavallo: 7

Dopo aver attraversato una ricca e suggestiva zona agricola caratterizzata dalle sue colture di pesche, mandorle, ulivi, vigne e muretti a secco in pietra lavica, si entra nel Parco dell'Etna. Qui, tra le colate più o meno recenti, si passa da fantastici boschi di alto fusto di pini, querce e castani, grotte vulcaniche, panorami mozzafiato sui monti della Sicilia e della Calabria e si arriva alla pineta "Ragabo" a circa 1500 metri.

Lì si effettua la pausa pranzo e si continua successivamente a salire attraverso la pineta fino a Piano Provenzano (circa 1800 metri) e a seconda della stagione, delle condizione atmosferiche e vulcaniche, si continua a salire fino ai crateri della grande eruzione del 2002.

Alla fine dell'ultimo giorno i clienti vengono accompagnati per la seconda sera all'agriturismo "Al Vecchio Torchio del Casale", dove dopo un' ottima cena trascorrerete l'ultima notte con le splendidi immagini del trail impresse nella vostra mente ancora per tanto tempo….